Regione Lazio
Area Riservata

Le SRR Siciliane scelgono la Carta della Qualità Rifiuti in Digital Network

srr-sicilia-carta-qualita-rifiuti-digital-networkTre importanti SRR Siciliane (SRR Enna Provincia ATO 6, SRR ATO 7 Ragusa e SRR Palermo Provincia Est) hanno adeguato i propri ambiti territoriali alle nuove regole imposte dall’ARERA: ogni Carta della Qualità Rifiuti è stata approvata tramite soluzioni ad hoc in Digital Network.


Per Comuni, ETC e ambiti territoriali sono piuttosto impattanti le ricadute del nuovo Testo Unico per la regolazione della qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani (TQRIF).

La  Delibera 15/2022 di ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) ha infatti avviato diversi processi di rinnovamento per quanto riguarda la gestione del servizio rifiuti urbani.

Si tratta di una serie di nuovi obblighi e adempimenti da completare entro la fine del 2022: in particolare si dà il via libera a nuovi asset di qualità contrattuale e tecnica del servizio di gestione dei rifiuti urbani, minimi ed omogenei per tutte le gestioni sul territorio nazionale e differenziati solo in base al livello qualitativo effettivo di partenza definito in base alle prestazioni previste nei Contratti di servizio e/o nelle Carte della qualità vigenti.

Tra questi obblighi a ridosso del nuovo anno uno degli aspetti più importanti concerne l’integrazione e l’approvazione, per ogni singolo ambito tariffario – che in genere coincide con il Comune – di un’unica Carta della qualità del servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani.

Lart. 5 del TQRIF introducendo pertanto questo documento centrale con il quale i gestori s’impegnano nei confronti dei cittadini ad assicurare un determinato livello di qualità delle prestazioni erogate e del miglioramento continuo del servizio.

È in capo all’ETC il compito di verificare la veridicità di quanto dichiarato e valutarne la correttezza in virtù dello schema regolatorio assegnato, quindi procedere all’approvazione del documento dopo aver integrato in un testo unico e coordinato i contenuti predisposti da ogni singola gestione, laddove queste siano presenti.

La peculiarità delle SRR Siciliane

In Sicilia ad occuparsi degli ambiti territoriali nella gestione dei Rifiuti sono le SRR (Società per la regolamentazione del servizio di gestione rifiuti).

Introdotte dalla legge regionale 8 aprile 2010 n. 9 queste Società perseguono tra le altre cose le seguenti finalità:

  • prevenire la produzione di rifiuti e ridurne la pericolosità
  • promuovere il riutilizzo, il riciclaggio ed il recupero per favorire la riduzione dello smaltimento in discarica
  • promuovere la raccolta differenziata
  • e incrementare l’implementazione di tecnologie impiantistiche a basso impatto ambientale.

Inoltre questi Enti si occupano sul suolo siciliano anche di pianificare e programmare la gestione del ciclo integrato dei rifiuti, determinare le tariffe all’utenza e, in conformità alle disposizioni del TQRIF, verificare il raggiungimento degli obiettivi di quantità e qualità.

Le SRR che sono conformi alle nuove disposizioni

Tra i vari ambiti territoriali siciliani che si sono dotati di uno strumento informatico adeguato alla gestione di questi processi troviamo ben 3 Enti: SRR Enna Provincia ATO 6, SRR ATO 7 Ragusa e SRR Palermo Provincia Est.

Il primo Ente, SRR Enna Provincia ATO 6 presenta un bacino di competenza abbastanza ampio, che coincide quasi totalmente con l’intera provincia di Enna: parliamo di 19 municipalità, con 19 ambiti tariffari per una popolazione che raggiunge circa i 150mila residenti in totale.

E di questi 19 Comuni ricadenti nell’ambito di SRR Enna Provincia sono già ben 17 quelli che si sono già regolarizzati con gli obblighi correlati alla Carta della Qualità dei Rifiuti.

Nello specifico parliamo delle Municipalità di: Assoro, Centuripe, Valguarnera Caropepe, Aidone, Cerami, Enna, Regalbuto, Gagliano Castelferrato, Leonforte, Villarosa, Calascibetta, Barrafranca, Pietraperzia, Catenanuova, Nicosia, Troina e Agira.

Per quanto riguarda SRR ATO 7 Ragusa ci troviamo di fronte alla Società che si occupa dell’Ambito Territoriale Ottimale comprendente tutti i Comuni della Provincia di Ragusa. Tra i Comuni ricadenti in quest’ambito troviamo Acate, Chiaramonte Gulfi, Comiso, Giarratana, Ispica, Modica, Monterosso Almo, Pozzallo, Ragusa, Santa Croce Camerina, Scicli e Vittoria. Si tratta di un totale di 12 Comuni per 12 ambiti tariffari, con una densità di popolazione non indifferente, circa 320 mila residenti in totale.

Infine l’ultimo Ente, SRR Palermo Provincia Est, che si occupa di una fetta considerevole della provincia palermitana. Questi qui di seguito sono i Comuni che appartengono a quest’ambito territoriale: Alia,  Alimena,  Aliminusa,  Altavilla Milicia,  Baucina,  Blufi,  Bompietro,  Caccamo,  Caltavuturo,  Campofelice di Fitalia,  Campofelice Di Roccella,  Castelbuono,  Castellana Sicula,  Cefalà Diana,  Cefalù,  Cerda,  Ciminna,  Collesano,  Gangi,  Geraci Siculo,  Gratteri,  Isnello,  Lascari,  Mezzojuso,  Montemaggiore Belsito,  Petralia Soprana,  Petralia Sottana,  Polizzi Generosa,  Pollina,  San Mauro Castelverde,  Sciara,  Scillato,  Sclafani Bagni,  Termini Imerese,  Trabia,  Valledolmo,  Ventimiglia di Sicilia,  Villafrati.

In questo caso parliamo di un totale di 38 Comuni per corrispettivi 38 ambiti tariffari, con una popolazione che si avvicina al milione di residenti totali.

Queste 3 SRR rappresentano un’ampia porzione dell’utenza isolana: il fatto che questi ambiti territoriali abbiano aderito a una soluzione tecnologicamente innovativa ed efficace può senz’altro essere un segnale importante per una Regione come quella Siciliana che troppe volte in passato ha dovuto fare i conti con criticità di vario genere nel settore della Gestione dei Rifiuti.

Le SRR Siciliane scelgono la Carta della Qualità Rifiuti in Digital Network

piattaforma-gestione-qualita-rifiutiSi ricorda che per tutte le proprie gestioni SRR Enna Provincia ATO 6, SRR Ragusa e SRR Palermo Est hanno infatti attivato la piattaforma CQR Digital Network prodotta dalla Golem Net, società con robusta esperienza nel settore web applicato al mondo ambientale.

SRR Enna Provincia ATO 6, SRR ATO 7 Ragusa e SRR Palermo provincia Est si aggiungono così anche ad altri ETC e gestori che hanno approvato le proprie Carte della Qualità tramite  questo innovativo strumento, come ATO Toscana Costa, AGER Puglia, AURI Umbria.

Questa piattaforma è dedicata alla gestione di tutte le fasi procedurali relative alla realizzazione della Carta della Qualità del Servizio Rifiuti e le attività connesse in base al testo unico per la regolamentazione della qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani.

Tale piattaforma web è stata attivata in modalità SASS (Software-as-a-Service) su Cloud certificato AgID: tramite questo applicativo i Comuni e i gestori hanno la possibilità di generare la propria specifica carta della qualità che verrà acquisita dall’ETC che le integrerà, grazie agli automatismi offerti dal sistema, in una carta coordinata.

Nella brochure è possibile reperire informazioni di dettaglio brochure completa del servizio.

Per altre informazioni sui servizi offerti dalla Golem Net e prendere visione della demo potete consultare il sito:

https://www.gestionequalitarifiuti.it/richiedi-una-demo/

Se si desiderano approfondimenti tecnici scrivete una mail all’indirizzo segreteria@golemnet.it.

In alternativa scrivete un messaggio WhatsApp al numero: 342 014 7374.